Per applicare gli inserti filettati, si usa una tirainserti, uno strumento pneumatico molto pratico perché maneggevole e facile da usare. Vediamo in preciso, come si regola la pressione e come si applicano i filetti.

Come regolare la pressione di una tirainserti

Una tirainserti si usa solo ed elusivamente con inserti a strappo. Una rivettatrice per inserti filettati funziona grazie all’aria compressa che dovrebbe avere una pressione compresa tra 5 e 7 bar. In linea di massima, i tubi che portano l’aria non dovrebbero mai superare i 10 bar. Prima di utilizzarla, è opportuno controllare l’asta filettata che va regolare nel senso della lunghezza. In sostanza, l’asta filettata dovrebbe uscire dall’inserto del filetto. Se dovesse uscire troppo o troppo poco, la lunghezza va regolata agendo sul settaggio della pressione tramite la vite di regolazione alla base dello strumento. Se si vuole ridurre la pressione, si gira la vite in senso antiorario. Durante le fasi in cui si abbassa le pressione, è necessario attivare anche un pulsante per allentare la pressione dell’aria nei tubi.

Se, invece, si vuole aumentarla, si gira in senso orario. Ogni volta che si agisce sulla pressione di una tirainserti manuale oleopneumatica, meglio sempre verificare la pressione controllando l’indicatore. A prescindere dal tipo e  dal modello, dovrebbe sempre esserci un indicatore manuale che consente di conoscere il livello di pressione.

Come applicare gli inserti filettati

Se è la prima volta che si usa la tirainserti, meglio sempre partire impostando la pressione al minimo. Man mano che si prende confidenza con lo strumento, si potrà aumentarla. Fatto ciò, si avvita un inserto all’asta filettata. Si aziona il pulsante e poi si aumenta la pressione agendo sulla vite di regolazione. Solo quando l’inserto raggiunge la posizione desiderata,

Adesso non resta altro che premere il pulsante della tirainserti fino alla fine. In tale maniera, l’inserto si deforma e, rilasciando il pulsante, l’asta filettata si svita automaticamente dall’inserto che resta quindi nella posizione desiderata. Alcuni modelli sono automatici in maniera che l’operatore non debba continuamente azionare lo strumento premendo il pulsante.

Di Grey